camminare correre
fitness

Camminare fa bene quanto correre?

camminare correre

Che differenze ci sono tra camminare e correre?

L’articolo in breve:

  • Ci sono molti benefici per la salute che si possono ottenere sia dalla corsa che dal camminare.
  • Correre può aiutarti a perdere peso più velocemente, più alto rischio di lesioni.
  • Camminare è un ottimo punto di partenza se non ti sei mai esercitato prima.

Sia camminare che correre sono eccellenti allenamenti cardiovascolari, ma camminare fa bene alla tua salute quanto correre?

Entrambi sono esercizi che puoi fare ogni volta che vuoi e ovunque tu scelga. Potrebbe essere una corsa intorno al parco o una passeggiata lungo la spiaggia. Puoi farlo con un amico o prendere del tempo per te stesso ed esplorare la zona.

Quindi, come decidi cosa è meglio per te?

Diamo un’occhiata ai benefici che ciascuno può offrire, oltre ad alcuni dei rischi connessi.

Benefici di camminare e correre

Ci sono benefici che si applicano sia alla camminata che alla corsa, entrambe possono:

  • Elevare l’umore.
  • Migliorare il sonno.
  • Aumentare i livelli di energia.
  • Ridurre il rischio di ipertensione.
  • Ridurre il rischio di diabete.
  • Ridurre il rischio di malattie cardiache.
  • Ridurre il rischio di cancro.
  • Diminuirei livelli di colesterolo.
  • Diminuire il rischio di cataratta legata all’età.
  • Aiutare a vivere più a lungo.

Qualsiasi esercizio cardiovascolare è un beneficio per la nostra salute.

Eleva l’umore

Viviamo in un’epoca in cui tutti sono impegnati tutto il giorno. Inserire anche il tempo per fare movimento può sembrare un compito impossibile. Tuttavia l’esercizio fisico può migliorare il nostro umore e aiutare con la depressione e la concentrazione. Ci offre del tempo prezioso, lontano dagli impegni che affrontiamo giorno per giorno. È così bello poter staccare per un po’.

Quando facciamo movimento aumentiamo il livello di ormoni chiamati endocannabinoidi. Questi ormoni sono oppioidi e hanno sul nostro corpo un effetto simile alla cannabis. Producono una sensazione di euforia, riducono l’ansia e riducono la capacità di provare dolore.

A causa dell’aumento del flusso di sangue al nostro cervello quando ci alleniamo, vengono rilasciati altri ormoni chiamati endorfine. Le endorfine sono i nostri antidepressivi naturali ed è stata dimostrata la loro utilità per il trattamento della depressione.

L’esercizio fisico ci fa sentire bene con noi stessi e quindi aumenta la nostra fiducia e autostima.

Migliora il sonno

Lo stress e l’inattività possono interferire con la nostra capacità di dormire bene e con l’appetito. L’esercizio fisico ci aiuta ad avere livelli energetici più elevati e a rilasciare gli ormoni buoni, che possono aiutarci a dormire meglio.

Diminuisce il rischio di ipertensione arteriosa

L’ipertensione arteriosa o semplicemente ipertensione può essere tenuta sotto controllo da un regolare esercizio fisico. Essere sovrappeso, stressati e inattivi sono tutti fattori che possono portare alla pressione alta. L’esercizio fisico può aiutare con questi rischi e portare ad un abbassamento della pressione sanguigna.

Diminuisce il rischio di diabete

Essere in sovrappeso comporta un rischio maggiore di sviluppare il diabete. L’esercizio fisico può aiutare con la perdita di peso, portando a ridurre il rischio di contrarre il diabete di tipo 2 fino al 58%. Essere più attivi, in combinazione con una dieta sana, abbasserà i livelli di zuccheri nel sangue e aumenterà la sensibilità all’insulina.

 

camminare correre

Riduce il rischio di malattie cardiache

Avere un cuore sano diminuisce il rischio di malattie coronariche. La coronaropatia è causata da un accumulo di placca nelle arterie che forniscono sangue ricco di ossigeno al cuore. L’esercizio aiuta a mantenere le nostre arterie flessibili e più in grado di fornire un buon apporto di sangue. Essere in forma e attivi può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, inclusa la malattia coronarica, fino al 50%.

Il cuore è fondamentalmente un muscolo ed è responsabile del pompaggio di sangue ricco di ossigeno in tutto il nostro corpo. Proprio come tutti gli altri muscoli del nostro corpo beneficia di un regolare esercizio fisico.

L’esercizio cardiovascolare aiuterà il nostro cuore a diventare più forte e a lavorare in modo più efficiente.

Fare esercizi che aumentano la frequenza cardiaca, anche gli stessi lavori di casa, è stato dimostrato che aiuta a ridurre il rischio di ictus e infarto.

Diminuisce il rischio di cancro

Siamo onesti, nessuno di noi vorrebbe mai andare dal medico e sentir pronunciare la temuta parola che inizia per C. L’esercizio fisico può ridurre il rischio che ciò accada. Si può ridurre il rischio di sviluppare determinati tipi di cancro, tra cui cancro al seno, il cancro dell’endometrio e il tumore del colon, se facciamo movimento regolarmente.

Questo perché il regolare esercizio fisico può abbassare i livelli di alcuni ormoni associati al cancro e migliorare il sistema digestivo. Combinando questi fattori con il mantenimento di un peso sano e un adeguato sistema immunitario, ci consente di combattere molte malattie.

Diminuisce i livelli di colesterolo

Tutti abbiamo bisogno del colesterolo, una densa sostanza grassa presente nelle cellule del nostro corpo. Aiuta il nostro corpo a produrre gli ormoni e la vitamina D, e si trova anche nella bile, che serve a digerire il cibo. Ci sono però i bravi ragazzi (HDL) e quelli cattivi (LDL), in grandi quantità.

Le lipoproteine a bassa densità (LDL) possono creare la placca che si accumula nelle arterie. Le lipoproteine ad alta densità (HDL) portano le LDL nel fegato che poi le eliminano dal corpo.

Fare movimento può aiutare ad aumentare il livello di HDL e ad abbassare il livello delle LDL, quindi aiuta i buoni a combattere i cattivi.

Riduce il rischio di cataratta correlata all’età

La cataratta si forma quando siamo anziani, a causa di un accumulo di proteine sulla lente dell’occhio. È questo che rende la nostra visione torbida.

È stato dimostrato che fare l’esercizio fisico riduce anche il rischio di sviluppare la cataratta.

Aiuta a vivere più a lungo

Non possiamo consegnarti il segreto dell’immortalità, tuttavia la ricerca ha dimostrato che un esercizio moderato può prolungare la vita di fino a tre anni. Quando facciamo movimento, il nostro corpo diventa più in forma e più sano e più efficiente nel combattere le malattie.

camminare correre

Differenze tra correre e camminare

Abbiamo illustrato alcuni dei vantaggi che offrono sia la corsa che la camminata. Ora diamo un’occhiata agli altri pro e contro di ciascuno.

Correre

I benefici della corsa includono:

  • Perdita di peso più rapida.
  • Regolazione dell’appetito.

Quando corriamo spendiamo più energia rispetto a quando camminiamo, il che può portare a una perdita di peso più rapida. L’energia viene consumata 2,5 volte più velocemente durante la corsa piuttosto che durante una camminata. Questo vale sia che tu stia correndo su una pista o su un tapis roulant in palestra. Ovviamente, questo significa che più spendiamo energia, più bruciamo calorie.

Com’è noto, se bruciamo più calorie di quelle che consumiamo, perdiamo peso. Per divertirti, prova ad usare un contatore di calorie come questo per tenere traccia della quantità di calorie bruciate.

Il risultato è che dovresti camminare per molto più tempo rispetto che a correre, per ottenere lo stesso numero. Ci vuole molto meno tempo per correre un km di quanto non ci voglia a percorrerlo camminando. Uno studio ha dimostrato che anche se chi cammina aumentasse i km percorsi, la perdita di peso di chi corre è comunque maggiore.

Uno studio recente suggerisce anche che la corsa regola di più l’appetito rispetto al camminare.

L’esperimento è stato il seguente: è stato preparato un buffet ad un gruppo formato da corridori e da persone che camminano, dopo che hanno fatto movimento; i corridori hanno consumato quasi 200 calorie in meno di quante ne avessero bruciate, mentre gli altri hanno consumato quasi 50 calorie in più di quante ne avessero bruciato. I ricercatori ritengono che ciò possa essere dovuto ad un aumento dei livelli dell’ormone peptide YY, che può sopprimere l’appetito.

Gli aspetti negativi della corsa includono:

  • Modifiche al tuo sistema immunitario.
  • Pericolo per la salute.
  • Aumento del rischio di lesioni.

Correre una lunga distanza può cambiare il tuo sistema immunitario e lasciarti esposto a infezioni fino a 72 ore dopo l’allenamento o la maratona.

Mentre abbiamo già scoperto che camminare e correre fanno bene alla salute del nostro cuore, correre troppo potrebbe essere un pericolo per la salute. Uno studio ha rilevato che il tasso di mortalità di chi fa jogging intenso è uguale a quello delle persone che non fanno alcun esercizio fisico.

Sia che tu corra sul marciapiede, su una pista o esplori i parchi della tua zona, c’è un aumentato rischio di lesioni associate alla corsa.

Quando corri, ti muovi ad un ritmo veloce e ci sono più possibilità che tu cada e ti faccia male.

La corsa è un esercizio ad alto impatto che può portare a lesioni muscoloscheletriche, soprattutto se esageriamo. Questi includono:

Ginocchio del corridore

È una lesione comune quando si esagera. Succede quando la cartilagine della rotula si consuma. Potresti provare dolore quando stai seduto con le ginocchia piegate troppo a lungo, quando fai le scale o gli squat.

Tendinite di Achille

Accade quando il tendine di Achille, che unisce il polpaccio alla parte posteriore del tallone, diventa infiammato o irritato. Questo può essere causato dallo stress ripetitivo del tendine dovuto ad una corsa lunga o a non aver fatto stretching ai muscoli del polpaccio in modo corretto, prima di correre.

Periostite

Causa dolore nella parte anteriore o laterale della gamba a causa di piccoli strappi nei muscoli attorno allo stinco (tibia). Questo può accadere dopo un cambiamento alla routine della corsa, ad esempio una più lunga o andare più spesso. I corridori con i piedi piatti o gli archi alti sono più inclini a questo tipo di lesioni.

Lesioni muscolari

Si verificano quando facciamo troppo stretching e può verificarsi un piccolo strappo. I muscoli che è più facile strappare sono quelli posteriori della coscia, i quadricipiti, il polpaccio o l’inguine.

Fascite plantare

È il nome di piccoli strappi o infiammazioni nella fascia di tendini e legamenti che vanno dal tallone alle dita dei piedi.

Fratture da stress

Si verificano più comunemente negli stinchi, nei piedi o nei talloni. È una piccola frattura nell’osso che provoca dolore. Può essere causata anch’essa da un eccessivo carico di lavoro troppo o dal poco stretching.

Sindrome della bandelletta ileotibiale

Provoca dolore nella parte esterna del ginocchio. La bandelletta ileotibiale è un legamento che va dall’esterno del ginocchio alla parte superiore dell’anca. Questo legamento si può ispessire sfregando contro l’osso del ginocchio e causando infiammazione.

camminare correre

Camminare

I benefici del camminare includono:

  • Minore rischio di lesioni.
  • Brucia più grassi.
  • Buon modo per iniziare a fare esercizio fisico.
  • È più facile camminare con un amico.

Camminare è un esercizio a basso impatto e quindi sottopone i nostri piedi e le articolazioni ad uno sforzo minore. Di conseguenza, c’è un minor rischio di lesioni. Inoltre, spostarsi a un ritmo più lento significa che è più probabile vedere la pavimentazione sconnessa o la radice dell’albero sporgere e quindi non inciampare e cadere.

Quando camminiamo lavoriamo a bassa intensità e il grasso viene usato per alimentare l’energia che consumiamo in più. Non perderai peso solo camminando; è inoltre necessario combinarlo con dei cambiamenti nella dieta.

Potrebbe interessarti: dimagrire camminando.

Potrebbero esserci motivi medici per cui correre può non essere un bene per te e sarebbe meglio camminare. Inoltre, se non sei abituato all’esercizio fisico, camminare è un buon punto di partenza.

A volte siamo più propensi a fare esercizio fisico se qualcuno lo fa con noi. Camminare con un amico e chiacchierare, può far passare il tempo più velocemente.

Gli aspetti negativi del camminare includono:

  • Perdita di peso più lenta.

Poiché camminare non consuma tanta energia quanto correre, mentre puoi comunque perdere peso, la perdita di peso sarà più lenta. Questo perché stai bruciando meno calorie.

Sostanzialmente, non ci sono aspetti negativi, camminare una mezzoretta al giorno fa bene, al proprio passo, a tutte le età.

Avendoti mostrato i pro e i contro, camminare fa bene quanto correre?

Potresti pensare all’esercizio fisico come ad una forma di medicina, per la tua salute e il benessere generale. Come per qualsiasi medicina, è importante il giusto dosaggio.

Indipendentemente dal fatto che tu cammini o corra, qualsiasi esercizio che fai è meglio che non fare alcun esercizio. Se ti piace quello che stai facendo, è più probabile che continuerai a farlo. Se ancora non riesci a decidere, puoi sempre fare un po’ di entrambi.

Potrebbe interessarti: guida all’interval training.

Leave a Reply